«

»

Giu 25 2014

Stampa Articolo

Proposta di Luca Violini alla ValTenna

LUCA VIOLINI1

L’artista Luca Violini propone agli amministratori, ai titolari degli chalet, alle donne e agli uomini che amano la cultura e la letteratura un’offerta artistica molto interessante e lo fa dalle colonne di ValTenna.net per il territorio compreso nella nostra vallata (vedere pianta su link “territorio”).

Il tour teatrale dell’artista Luca Violini, con lo spettacolo di Radioteatro** “Il Gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach è divenuto un best seller e, in molti paesi del mondo, un vero e proprio cult.

Per questa estate l’idea è di proporre lo spettacolo sul mare, in spiaggia, senza palco… Ma, suggeriamo noi, perchè non in una piazza dei nostri favolosi centri storici, nicchie ricche di cultura, o in riva al lago…? Le proposte potrebbero essere molteplici.

Luca Violini è uno dei più famosi doppiatori a livello nazionale, capace di sostituire un’ intera compagnia teatrale e cinematografica solo con l’ausilio delle sue corde vocali e del suo impressionante talento. È uno strumento a più corde, il Suo corpo è lo strumento, e Lui riesce a controllarlo, a maneggiarlo fino alle più piccole sensazioni e riesce a produrre suoni di una qualità sbalorditiva. Così che ci si ritrova, mentre Lui, da solo, si cimenta in un dibattito a più voci passando con nonchalance dal dare vita ad una gracchiante gabbiana sulla quarantina all’esalare, con l’ultimo respiro, al baritonale desiderio del vecchio Maestro Ciang, a cercare di capire come possa uscir tutto dalla stessa medesima bocca. La potenza allusiva della Sua voce, unita alle splendide musiche create ad hoc, ci spalanca la via d’accesso al piano illusorio della lettura, suggerendoci un ordine nascosto che riveste di un nuovo senso ogni parola. Alla dimensione elusiva dell’udire viene contrapposto il mondo della rappresentazione e del visibile, dando vita ad uno spettacolo teatrale intenso e potente.

Il Radioteatro di Luca Volini: la radio, come amiamo ricordarla noi, aveva una caratteristica unica:richiedeva all’ascoltatore la capacità di far vivere, nella propria mente, le fantasie scaturite dalle suggestioni sonore che percepiva. Con l’essenzialità del Radioteatro, Luca Violini con la Compagnia teatrale “Quellicheconlavoce” ci invita a riscoprire il potere dell’immaginazione attraverso i suoni, dal vivo, a teatro. L’attore recita e usa un microfono per potenziare le capacità espressive fondamentali della voce. In queste condizioni, la voce diventa un vero e proprio strumento musicale e le parole acquistano emozione. Parole che scivolano attraverso la musica, mentre i suoni diventano la scenografia della storia. Luce e poi buio, e ancora luce: ecco il sipario che si chiude e si riapre. Ritmo acustico e ritmo visivo sono infatti i pilastri su cui si regge lo spettacolo ed è questo il ritmo su cui balla l’immaginazione. Riscoprire e far riscoprire l’importanza della fantasia per lasciare libero ogni spettatore di elaborare in maniera autonoma la percezione del testo recitato. Nulla di imposto ma l’attore protagonista in qualità di traghettatore di emozioni che legano chi scrive a chi ascolta. L’ascoltatore in prima linea, quasi sul palco insieme all’attore grazie alla tecnologia del surround che amplifica la capacità del suono, essendo tridimensionale, nel coinvolgere e nel portare lo spettatore a vivere emozioni realistiche. Riscoprire le sensazioni che la Radio portava negli ascoltatori ma con un valore aggiunto: avere l’attore lì presente…sul palco…da qui il RADIOTEATRO.

Se a qualcuno dei destinatari di questo articolo interessa l’offerta può contattare lo staff del nostro sito.

Permalink link a questo articolo: http://www.valtenna.net/proposta-di-luca-violini-alla-valtenna/